Menu

Brucia caseificio di Asiago

«In fumo» sono andate anche forme di formaggi per 18 milioni di euro, mentre i danni del magazzino che li conservava ammontano a circa 4 milioni di euro

18 Novembre 2007

ASIAGO (VICENZA) – Seimila dei 13mila metri quadrati dello stabilimento del Caseificio di Asiago sono stati distrutti dall’incendio scoppiato la scorsa notte nella località turistica vicentina. «In fumo» sono andate anche forme di formaggi per 18 milioni di euro, mentre i danni del magazzino che li conservava ammontano a circa 4 milioni di euro. I 70 dipendenti del caseificio non sono a rischio lavoro, in quanto l’incendio non ha interessato l’area di produzione, ma esclusivamente il magazzino dove vengono appunto conservati i formaggi. Per spegnere le fiamme è stato necessario l’intervento di numerose squadre dei vigili del fuoco di Asiago, Vicenza, Thiene e Schio che hanno lavorato per tutta la notte, terminando il servizio intorno alle 11. Un vigile del fuoco è rimasto leggermente ferito scivolando sul terreno ghiacciato.
Da un primo accertamento sembra sia esclusa l’ipotesi della natura dolosa dell’incendio, che potrebbe essere stato causato da un focolaio, nel sottotetto del magazzino, generato dal surriscaldamento di uno dei motori dell’impianto di aerazione. In giornata saranno svolti ulteriori accertamenti anche dai carabinieri di Asiago che invieranno, nelle prossime ore, un rapporto sull’accaduto alla magistratura di Bassano del Grappa.

Fonte: Lagazzettadelmezzogiorno.it

Che differenza c’è tra il perito assicurativo e il perito di parte?

Scarica la scheda