Menu

Esplosione alla Fonderia Augusta – Bimbi negli asili: scatta il piano sicurezza

L’Ats: evitate di consumare verdure coltivate nella zona. Le fiamme hanno raggiunto anche il tetto dell’impresa di Costa di Mezzate: il reparto colatura sotto sequestro. Un operaio di 50 anni ferito.

Un’esplosione di un forno fusorio elettrico al reparto colatura è all’origine dell’incendio alla ditta Fonderia Augusta di Costa di Mezzate. Il tetto in plexiglass ha poi preso fuoco causando il fumo e l’odore. Il reparto di colatura dell’azienda specializzata in acciai speciali per l’industria meccanica, chimica, petrolchimica è stato posto sotto sequestro dai Carabinieri.

L’interno del reparto di colatura della Fonderia Augusta
L’interno del reparto di colatura della Fonderia Augusta

L’incendio è scoppiato intorno alle 9 di martedì 10 settembre e subito sono scattate le procedure di sicurezza: sono stati contattati i comuni di Costa di Mezzate e di Montello e le relative scuole materne e nidi alle ore 9,30 per le procedure di sicurezza (bambini in classe con finestre chiuse). Allertati anche il personale Ats e Arpa Bergamo e il Comando provinciale dei Carabinieri di Bergamo.

 

In via Landri, sede della Fonderia Augusta, sono sopraggiunte sei squadre di Vigili del fuoco di Bergamo, Dalmine e Romano di Lombardia per arginare le fiamme. Un operaio di 50 anni si è ustionato una mano e ha subito un trauma cranico (codice giallo) per una caduta nel tentativo di mettersi al riparo dalle fiamme.

 

 

La nube grigia alla Fonderia Augusta di Costa di Mezzate
La nube grigia alla Fonderia Augusta di Costa di Mezzate

A scopo cautelativo l’Ats consiglia di evitare di consumare verdura a foglia larga coltivata nelle zone limitrofe al luogo dell’incendio o, quanto meno, di sottoporre prima del consumo a lavaggio continuo per almeno dieci minuti. L’emergenza può essere ritenuta chiusa.

Fonte: Ecodibergamo.it