Menu

in partnership con:

OBIETTIVO

L’iperammortamento 250% è una superagevolazione che mira ad incentivare gli investimenti nei comparti industriali 4.0.
Consiste nella possibilità di applicare una maggiorazione del 150% di alcuni beni digitali o ad alto valore tecnologico, ai fini della deducibilità delle relative quote di ammortamento.
Le spese inerenti al 4.0 saranno ammortizzabili negli anni per un importo pari al 250% del loro valore. In questo modo, sul bene agevolabile acquistato ad esempio a 1.000 euro, potrà essere ammortizzato per un importo di 2.500 euro.

SOGGETTI BENEFICIARI

Tutte le imprese su tutto il territorio nazionale (in qualunque forma costituita, comprese imprese artigiane) che operano nel settore industriale.

SPESE AMMISSIBILI

Acquisto di beni digitali o ad alto valore tecnologico:

Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori
e azionamenti;
Beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in
beni materiali «Industria 4.0».

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione opera esclusivamente ai fini delle imposte sui redditi traducendosi in un risparmio effettivo del 36% del costo e aggiungendo il risparmio dell’imputazione a bilancio di ottiene un sgravio fiscale complessivo del 60% del costo.

REQUISITI 

Per incentivare gli investimenti in tecnologie avanzate ed aumentare la produttività e l’innovazione, il Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha definito nella “legge di bilancio 2017”, poi prorogata con la “legge di bilancio 2018”, una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione (c.d. iperammortamento) per gli investimenti di beni materiali strumentali nuovi che sono funzionali alla trasformazione tecnologica in chiave “Industria 4.0” effettuati entro il 31 dicembre 2018 e collaudati entro il 31 dicembre 2019.

La legge prevede inoltre una maggiorazione del 40% sul costo di acquisto di beni strumentali immateriali effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 (o, al ricorrere di determinate condizioni, entro il 31 dicembre 2019) per i soggetti che beneficiano dell’iperammortamento. Si tratta di beni come software, sistemi IT e attività di system integration.

NOTE:

E’ molto importante precisare che la bozza di disegno della legge di Stabilità 2017 prevede che, per gli investimenti superiori a 500.000 euro, l’accesso all’iperammortamento sia subordinato ad una PERIZIA TECNICA che certifichi le caratteristiche tecnologiche del bene.

Ma considerando la peculiarità dell’agevolazione risulta opportuno redigere una perizia tecnica anche per investimenti inferiori a 500.000 euro.
 
GARAperizie, che opera a livello nazionale, è pronta a supportarti in questo percorso con PERIZIE TECNICHE GIURATE specifiche.

Contattaci subito, cosa aspetti?

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Primi aiuti pratici

Impostare correttamente la pratica è fondamentale per aiutarti a conseguire il miglior risultato finale.