Uno dei più importanti presupposti per la qualità di un servizio di erogazione di energia elettrica è la continuità del servizio, ovvero la mancanza di interruzioni nella fornitura di energia elettrica, che deve essere sempre garantita.

La continuità del servizio è regolata in relazione alle caratteristiche del territorio servito e l’ente preposto a definire gli obblighi per le imprese distributrici e a regolare i livelli di qualità del servizio è l’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Tale ente è stato istituito per la tutela dei consumatori e per garantire un’autorità super partes che in caso di controversie possa far chiarezza sulle responsabilità.

GARAperizie assiste il proprio cliente ad interfacciarsi con l’Autorità per l’energia elettrica e il gas e a documentare e quantificare il danno subito dall'azienda a causa dell’interruzione della fornitura elettrica.

I periti esperti di GARAperizie sono anche in grado di rilevare gli eventuali danni occulti causati dall’interruzione della fornitura di energia elettrica, altrimenti non individuabili e quantificabili.

Le interruzioni di fornitura di energia elettrica si distinguono in interruzioni con preavviso e interruzioni senza preavviso.

Le interruzioni con preavviso sono quelle dovute all'esecuzione di interventi programmati, ovvero tutti quegli interventi necessari per una buona manutenzione della rete elettrica. Queste devono essere comunicate almeno 24 ore prima dell’inizio dei lavori, in un luogo visibile a tutti gli interessati, specificando data e orario di inizio e fine dell’interruzione della fornitura, che devono essere puntualmente rispettati.

Le interruzioni diverse da quelle con preavviso, vengono classificate, in relazione alla loro durata:

  1. interruzioni senza preavviso lunghe (durata maggiore di tre minuti);

  2. interruzioni senza preavviso brevi (durata compresa tra un secondo e tre minuti);

  3. interruzioni senza preavviso transitorie (durata minore di un secondo).

Sono proprio le interruzioni di fornitura di energia elettrica senza preavviso quelle che possono arrecare il maggior danno al cliente e di conseguenza è proprio in questi casi che si può far richiesta di risarcimento.

Le conseguenze giuridiche delle interruzioni di fornitura elettrica (compresa la responsabilità dell'impresa distributrice per i danni eventualmente subiti dal cliente) sono regolate dalle norme del codice civile e dal contratto relativo alla fornitura del servizio. La controversia dovrà quindi essere sottoposta alla valutazione del giudice di pace o del tribunale, a seconda della rilevanza economica del contenzioso.

La perizia estimativa del danno subito eseguita da GARAperizie ha rilevanza tecnica, ai fini della richiesta di risarcimento dei danni in sede giudiziale, qualora sia necessario intraprendere una causa contro il fornitore o trasportatore dell'energia.